[21/05/2009] Parchi

A proposito dell´articolo «Bandiere blu: “bufala” in agguato»

Cari Redattori di Greenreport, mi è stato inviato l´articolo di Pino Lucchesi "Bandiere blu: "bufala" in agguato (vedi link) e la prima impressione che ho avuto è "a volte ritornano"! In realtà tutto lo scritto di questo signore sfonda una porta aperta sulla Bandiera Blu. I colloqui con vari esponenti della FEE a livello internazionale consentono di poter pensare che anche per loro quello che scrive Lucchesi e prima di lui molti altri non è una novità. Basta visionare servizi su You Tube www.sisalvichipui.it risalenti anche a due anni fa per farsi un´idea del tema o leggere le dichiarazioni del sindaco di Riccione ed altri primi cittadini sui giornali locali di qualche giorno fa.

Ci ha stupito invece - ma forse sbagliamo - che Pino Lucchesi cerchi di aggregare nel suo giudizio su questa "roba" anche Legambiente e l´etichetta ecologica di Legambiente Turismo che è oggi presente in 15 regioni, con 363 strutture e oltre 50.000 posti letto, unica etichetta ecologica del turismo in Italia, che concorda con i gruppi di imprese che cosa fare, poi lo controlla ed esclude non chi non paga ma chi non fa ciò che era stato concordato in precedenza anche se aveva pagato l´adesione a Legambiente.

Per Lucchesi si tratta una vecchia fissazione. L´ormai "navigato" esponente politico evidentemente cerca spazi in modo esasperante dopo avere tempo fa "retto" - si fa per dire - un comitato nazionale sull´etichetta ecologica con scarsi successi, nonostante in questo caso le iscrizioni fossero rincorse spesso con offerte di denaro pubblico sottoforma di incentivi e contributi. L´ex onorevole farebbe bene ad occuparsi dei veri problemi dell´Elba (Acqua potabile, rifiuti, trasporti, tutela ambientale e igienico sanitaria). Proprio qualche settimana fa all´Elba si è parlato di questo e gli albergatori riuniti in assemblea ci hanno chiesto di svegliare dal letargo amministratori comunali, provinciali e regionali. Abbiamo già cominciato a farlo e continueremo appena sapremo a chi potremo presentare le nostre richieste. Non credo però che in questa battaglia sacrosanta avremo Pino Lucchesi come compagno di viaggio. Ma - a pensarci bene - chissà...forse .. se servisse a recuperare almeno 10 righe su un giornale.... chi mai può dirlo: potrebbe anche venire.

*Responsabile Nazionale Turismo di Legambiente

Torna all'archivio