[23/05/2006] Comunicati

Governo e parlamento, in 21 nella pattuglia di Ambiente e Lavoro

ROMA. Sono 21, tra ministri e sottosegretari del governo Prodi, quelli che hanno firmato il "Patto" per sostenere in parlamento le proposte dell’associazione Ambiente e Lavoro. «I nostri più sinceri auguri e congratulazioni a tutti loro – dicono ad AeL - Ma ora, l´associazione Ambiente e Lavoro chiederà l´avvio degli iter approvativi delle nuove norme ed impegni contenuti nel "Patto": verifica sulla attività e direzione dei molti enti, istituti, agenzie nazionali; il potenziamento degli organi di vigilanza e controllo; maggiori sinergie tra organi nazionali e regionali; rapidità delle decisioni nella conferenza stato-regioni e riverifica "decreto RSPP"), come ha sempre abbiamo fatto nei confronti di tutti i Governi e come è noto a tutti».

Ambiente e Lavoro è cosciente che non si può fare tutto e subito e che i tempi di approvazione dei vari provvedimenti saranno necessariamente diversi ma l’associazione è convinta che per alcuni, come il decreto legge 152/06 i tempi possano essere brevi, mentre «altri necessiteranno di tempi più lunghi, come nel caso del Testo Unico sulla Salute e sicurezza per il quale «occorrerà attendere l´esito del Referendum sulla cosiddetta "legge sulla nuova devolution", poichè modifica le competenze assegnate allo Stato e/o alle Regioni e del Reach: in questo caso si dovrà attendere l´approvazione a livello Ue».

Torna all'archivio