[23/05/2006] Parchi

Federparchi a Pecoraro: «Rilanciare la politica per le aree protette»

ROMA. Alla vigilia della giornata europea dei parchi, la Federparchi scrive al ministro dell“Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, per chiedergli di porre una particolare attenzione per «il grande progetto di conservazione e di modernizzazione del Paese di cui i parchi sono l“espressione».
Il presidente di Federparchi, Matteo Fusilli ricorda la necessitą di «una politica di forte e complessivo rilancio di questo progetto, per una fase nuova che consolidi i valori propri della missione dei parchi, unici soggetti fino ad oggi in grado di dare un contributo determinante alla difesa della ricca biodiversitą italiana».

E aggiunge «c“č urgente bisogno di un programma nazionale che definisca obiettivi di tutela e destini risorse adeguate per uno sviluppo territoriale compatibile. Occorrono strumenti di leale collaborazione tra Stato e Regioni per il buon funzionamento dei parchi. Bisogna superare rapidamente le condizioni di paralisi di tanti parchi nazionali, con la nomina di presidenti competenti e animati da spirito di servizio. C“č necessitą di definire il ruolo dei parchi nel disegno di ampie iniziative contro il degrado territoriale, per la gestione integrata dei bacini idrografici, delle catene montuose, delle coste e delle isole».

Fusilli ha fiducia nella sensibilitą del ministro e sull“impegno gią manifestato per le aree protette. «L“esperienza e l“elaborazione programmatica unitaria della Federparchi, conclude il messaggio, «sono a disposizione per avviare questo necessario lavoro, al quale non mancherą il sostegno dei cittadini che in questi giorni partecipano numerosissimi alle centinaia di manifestazioni organizzate dai parchi in ogni parte d“Italia».

Torna all'archivio