[23/05/2006] Trasporti

Trenitalia, io quasi quasi arrivo tardi

ROMA – Il nuovo spot pubblicitario delle ferrovie dello stato "Io quasi quasi prendo il treno", non convince Legambiente. «Le Ferrovie dello Stato cantano ma la puntualità dei convogli è ancora un miraggio – si legge in un comunicato dell’associazione - perché purtroppo con i nostri treni un margine di dubbio sull’orario c’è sempre e l’emergenza per i pendolari è lontana dall’essere risolta».

La questione ferroviaria rimane una questione nazionale di primaria importanza. Su 19.570 km complessivi di rete ferroviaria, 5.000 non sono elettrificati e 4.000 sono a binario unico. «Guasti alla rete e guasti al materiale rotabile - dice Legambiente - sono all’ordine del giorno e rientrano tra le cause principali dei ritardi cronici e dei treni soppressi, mentre continuano a viaggiare locomotori vecchi di 50 anni. Le Ferrovie dello Stato – conclude Legambiente – farebbero meglio a spendere i soldi stanziati per la nuova campagna per migliorare il servizio offerto ai pendolari, assicurando una maggiore puntualità dei convogli».

Un servizio ferroviario migliore infatti, consente anche di aiutare l´ambiente, visto che più persone e merci viaggiano su rotaia e meno ne viaggiano sulle strade, con la conseguenza di produrre smog.

Torna all'archivio