[18/05/2006] Parchi

Il Wwf compie quarant´anni assegnando i suoi «Panda d´oro»

ROMA. Lunedì il Wwf consegnerà sei «Panda d’oro», assegnati ad altrettanti progetti selezionati tra gli oltre quaranta lavori effettuati da enti e associazioni impegnati in Italia nella tutela della biodiversità, e sei premi speciali per chi ha «divulgato» i valori legati alla salvaguardia della natura nella cultura, nella musica o nell’intrattenimento.

Lunedì 22 maggio, in occasione della giornata mondiale per la biodiversità, il Wwf festeggerà la sesta edizione del Panda d’oro, premiando le «buone pratiche» dei custodi della conservazione. Un’edizione speciale voluta per il quarantesimo compleanno dell’associazione con un premio non solo a coloro che si sono distinti nel campo della conservazione diretta della natura, ma anche a personaggi che hanno contribuito a diffondere i valori della biodiversità. L’Italia ha inoltre aderito al Countdown 2010, il conto alla rovescia che si ripromette, entro cinque anni, di fermare la perdita della biodiversità e il Wwf, con il suo «Panda d’oro», intende premiare quei progetti che tracciano la rotta da seguire.

«L’Italia si prepara all’appuntamento della biodiversità con un primato – dice Fulco Pratesi, Presidente del Wwf Italia – siamo in testa alla classifica europea con il maggior numero di specie con 55.600 specie animali e oltre 6711 piante. Purtroppo, secondo l’ultimo rapporto dell’Unione internazionale per la conservazione della natura pubblicato il 3 maggio, sono 266 le specie italiane che rischiano di sparire per sempre. Per questo il Panda d’oro quest’anno raddoppia e premia, accanto ai professionisti della conservazione, coloro che, nelle proprie attività, hanno dimostrato un’attenzione particolare per la tutela ambientale e per il futuro del nostro Pianeta».

Torna all'archivio