[19/03/2009] Parchi

Bene l´Ucina sulle aree protette e i parchi

PISA. Il commento dell’Ucina al suo nuovo sito dedicato alle aree protette marine merita un apprezzamento per il tono e il merito. Il richiamo alla frammentazione del comparto che complica e ingarbuglia le cose come confermano i tanti esempi fatti ma anche quelli che si potrebbero tranquillamente aggiungere, è quanto mai opportuno specie in questo momento che sembra avere confinato i parchi nel loro complesso in un cono d’ombra preoccupante e foriero di brutte sorprese.

La prima osservazione che si deve fare alla giusta denuncia dell’Ucina è che il comparto confuso delle aree protette marine può trovare finalmente una sua ‘sistemazione’ solo se raccordata alle altre aree protette e i parchi nazionali e regionali in primis. Perché la prima fonte di confusione è dovuta proprio alla ostinata, cocciuta ancorchè rovinosa ostinazione del ministero di riservare alla aree protette marine un trattamento non solo separato ma anche diverso da quelle delle altre aree protette.

E ciò non in osservanza di un regime normativo diverso come si continua a sostenere nelle sedi ministeriali nonostante le ripetute e inequivocabili pronunce che ci sono state sia in rifermento alla gestione da parte non dei soli parchi nazionali di aree marine confinanti con parchi istituiti e funzionanti sia di un ruolo delle regioni su aree marine che non vero che siano vietate come anche recentemente è stato sostenuto nei confronti proprio della regione Liguria dal ministero.

Basta leggere l’articolo 2 della legge 394 per vedere che alle regioni questo intervento in aree marine prospicienti non è interdetto, Che a quasi 20 anni dalla entrata in vigore della legge quadro si debba ancora ricordare cosa essa stabilisce è il segno più evidente e sfacciato della mancanza di volontà di avviare finalmente a soluzione il problema posto anche dall’Ucina.

E’ imminente l’uscita nella collana sulle aree naturali dell’ETS un libro dedicato proprio a ‘Aree protette e nautica sostenibile’ dove ritroveremo questi temi che ne sono certo potrà aiutare la discussione in corso.

Torna all'archivio