[27/02/2009] Comunicati

Prato: bilancio quadriennale per l´educazione ambientale

PRATO. Bilancio quadriennale positivo quello dell’educazione ambientale nelle scuole pratesi. Dal 2004 sono stati organizzati 70 laboratori per 400 ore di lezione a 500 ragazzi di tante scuole di diverso ordine e grado. Gli argomenti trattati hanno spaziato dal monitoraggio della qualità dell´aria attraverso i licheni, la tutela della biodiversità, la valutazione dell´inquinamento delle acque tramite la presenza di macroinvertebrati, la deforestazione, l´effetto serra, il clima e il riciclaggio dei rifiuti.

In particolare su questo tema gli alunni della scuola Tintori hanno partecipato al progetto dell´assessorato e di Asm ´007 Operazione rifiuti´ per imparare a riciclare e a riusare gli oggetti che solitamente vengono gettati. Con il materiale recuperato i ragazzi hanno creato delle “opere d’arte” che saranno vendute in un apposito mercatino.

I dati sull’educazione ambientale a Prato, sono stati presentati durante un seminario dall´assessorato all´ambiente e dall´associazione Symbiosis, promotori dell´iniziativa, in collaborazione con la Circoscrizione centro, Arpat, Centro di Scienze naturali, Wwf e Area protetta del Monte Ferrato.

«I laboratori di educazione ambientale - ha dichiarato l´assessore all’ambiente Camilla Curcio- hanno contribuito ad acquisire una maggior consapevolezza di quanto siano fragili gli ecosistemi naturali e di quanto possiamo fare con i nostri atteggiamenti per difendere l´ambiente. Spesso l’incuria è anche dovuta all’ignoranza o alla scarsa consapevolezza rispetto alle risorse naturali esistenti. Assicurare, quindi, una “cultura ecologica” sul territorio è uno dei nostri principali obiettivi» ha concluso l’assessore.

Erano presenti all’iniziativa, per ritirare l´attestato di partecipazione, i ragazzi delle scuole medie Tintori e Buricchi, che hanno partecipato all´ultimo ciclo di laboratori didattici condotti da Symbiosis.

Torna all'archivio