[20/01/2009] Comunicati

Anche Turismo verde riconosciuta come associazione di protezione ambientale

LIVORNO. Anche Turismo Verde, l´associazione agrituristica della Confederazione italiana agricoltori (Cia), ha ottenuto dal ministero dell´ambiente il riconoscimento di associazione di protezione ambientale. «Il Riconoscimento – spiega la Cia - ottenuto ai sensi dell´articolo 13 legge n. 349/86 e successive modificazioni, premia l´impegno e l´azione di Turismo Verde che ha sempre portato avanti, nella sua iniziativa, una strategia tesa alla tutela e alla valorizzazione dell´ambiente».

Con questo riconoscimento Turismo Verde si va ad aggiungere alla fitta schiera di associazioni ambientaliste riconosciute dal ministero che hanno così la possibilità di proporre propri rappresentanti all´interno dei direttivi e dei comitati di gestione delle aree protette a negli Ambiti territoriali di caccia (Atc).

Negli anni scorsi si pensava ad uno "sfoltimento" di questo elenco nel quale figurano anche associazioni di dubbio pedigree ambientalista e che le grandi associazioni nazionali accusano di essere legate a doppio filo alle associazioni venatorie (una per tutte Ekoclub) o di avere ormai una rappresentanza sul territorio nazionale praticamente nulla.

Resta il fatto che il fiorire di sigle ambientaliste (non è il caso di Turismo Verde) legate spesso ai partiti o "inventate" e paracadutate sul territorio da qualche boss politico locale al momento delle nomine, trasforma spesso in ambientalisti uomini di partito o che provengono da associazioni che hanno interessi molto diversi da quelli della salvaguardia ambientale.

Torna all'archivio