[16/01/2009] Urbanistica

Atlante urbano dell´Ue: tecnologia spaziale per l´urbanistica sostenibile

FIRENZE. C´è anche Firenze nel nuovo "Atlante urbano" digitale, elaborato dall´Unione europea con il contributo degli Stati membri dell´Ue. Insieme al capoluogo toscano il nuovo atlante elettronico comprende altre 184 città dei 27 Stati dell´Ue, comprese: Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Genova, Milano, Modena, Napoli, Padova, Palermo Reggio Calabria, Roma, Taranto, Torino, Trieste, Venezia, Verona.

«Tutte le città europee devono disporre di informazioni urbanistiche affidabili e comparabili – spiega una nota della Commissione Ue – che permettano loro di impegnarsi in uno sviluppo sicuro, sostenibile e prospero».

L´atlante urbano è stato realizzato all´interno dell´iniziativa Global Monitoring of Environment and Security (Gmes) e beneficia di un sostegno finanziario di un milione di euro da parte del Fondo europeo di sviluppo regionale (Feder). Grazie ad economie di scala, il costo delle cartografie è almeno 10 volte minore di quello di altri metodi: 2,45 euro per km2. Le carte dell´atlante stabiliscono una classificazione paneuropea delle aree urbane, «fornendo informazioni comparabili sulla densità delle zone residenziali, commerciali ed industriali, l´éstensione degli spazi verdi, l´esposizione ai rischi di inondazione e la sorveglianza dell´espansione urbana».

La prima edizione dell´atlante urbano sarà distribuito entro quest´anno in tutte le 185 città, copre tutte le capitali dei Paesi Ue ed un vasto campione delle città più grandi e conosciute.

L´Atlante è stato elaborato grazie alla tecnologia spaziale europea e composto partendo da migliaia di foto satellitari. Propone una cartografia digitale , poco costosa, che mette a disposizione degli urbanisti i dati più recenti e precisi sull´utilizzo e l´occupazione dei suoli, permettendo così di valutare meglio i rischi di minacce di inondazioni e l´impatto dei cambiamenti climatici ma anche di identificare nuove infrastrutture e deei nuovi bisogni in materia di trasporti pubblici.

La Commissione Ue promette che tutte le città dell´Unione europea saranno comprese nell´Atlante entro il 2011.

Günter Verheugen, commissario alle imprese e all´industria, e Danuta Hübner, commissaria alle politiche regionali, spiegano che «Nei prossimi anni, le città europee e le autorità municipali dovranno affrontare nuove sfide in materia di pianificazione urbana e questo progetto apporta una risposta pratica e poco onerosa ai loro bisogni. L´utilizzo della tecnologia spaziale europea ci darà nuove possibilità di mutuo apprendimento in materia di utilizzo dei suoli ed aiuterà le città a prendere queste decisioni basandosi su informazioni appropriate in materia di investimenti. L´atlante urbano dimostra il vantaggio di un approccio europeo integrato ed illustra perfettamente il modo in cui le applicazioni spaziali possono contribuire a delle soluzioni locali in tutta l´Europa».

Torna all'archivio