[29/10/2008] Rifiuti

Un master in managment per il ciclo dei rifiuti

LIVORNO. In attesa di vedere un cambio di marcia e risultati incisivi nel campo dei rifiuti, la formazione va avanti. Partirà infatti a breve un master dal titolo “Gestione e controllo dell´ambiente: tecnologie e management per il ciclo dei rifiuti”, organizzato dalla Scuola superiore S’Anna di Pisa, affiancata da Regione Toscana, Provincia e Comune di Pisa, Cispel Confservizi (l´associazione regionale delle aziende di servizio pubblico), Arrr (Agenzia regione recupero risorse) e numerosi altri partner tra cui il Cnr e l´Osservatorio nazionale rifiuti.

«La gestione del ciclo integrato dei rifiuti – dice l´assessore regionale all´ambiente Anna Rita Bramerini (Nella foto) – è un settore di grande complessità che deve essere affidato a mani competenti, preparate ad affrontare un problema tenendo conto di più aspetti: tutela dell´ambiente e della salute, rispetto per le leggi, rigore nei bilanci, innovazione tecnologica. Servono una preparazione specifica e un approccio interdisciplinare. La scuola Sant´Anna ha inaugurato lo scorso anno questo master ed i risultati sono stati buoni, oggi viene riproposto con l´obiettivo di formare i manager capaci di gestire un settore strategico per il futuro della Toscana».

Il master inizierà il prossimo 21 gennaio e si concluderà il 18 dicembre 2009. Le lezioni che prevedono la frequenza obbligatoria, si terranno dal mercoledì al venerdì, con la possibilità di visite didattiche o docenze anche il sabato mattina, per un complessivo di 496 ore di lezione, comprese 50 ore di visite sul campo e 350 ore di tirocinio con tutor. Gli argomenti trattati spazieranno da approfondimenti sulla natura dei rifiuti e sui sistemi di raccolta, alla normativa ambientale, dalla pianificazione territoriale del ciclo integrato alla valutazione del rischio. Si parlerà di discariche e termovalorizzatori, della gestione economica dell´intero ciclo, della bonifica dei siti inquinati e del monitoraggio sui processi in corso, per finire con lezioni di comunicazione e inglese tecnico.

«Il master in management dei rifiuti – ha aggiunto il direttore del master, Marco Frey - si inserisce nella tradizione del Master in gestione e controllo dell’ambiente, che ha formato oltre 250 esperti del settore ambientale. Abbiamo dedicato le ultime due edizioni al tema dei rifiuti perchè il settore si sta profondamente trasformando e le imprese e le istituzioni partner hanno evidenziato un fabbisogno di figure che sappiano muoversi in una prospettiva manageriale nella gestione del ciclo integrato».

In effetti nel settore della gestione dei rifiuti servono manager capaci ed esperti, mentre spesso il livello di preparazione è poco più che dilettantesco. Quindi ben venga una maggiore professionalità nel settore. «Abbiamo voluto collaborare a questo Master - ha detto Alfredo De Girolamo, presidente Cispel - promosso da un polo formativo d´eccellenza come l´Istituto Superiore Sant´Anna perchè le aziende di igiene urbana toscane hanno sempre più bisogno di professionalità specializzate nella gestione dei rifiuti, una necessità dovuta al fatto che la normativa in materia di igiene urbana è in continua trasformazione e gli standard ambientali che le aziende si trovano a dover rispettare sono ogni giorno più stringenti».

Il master ha un costo di 6.500 euro, ma c’è la possibilità di ottenere borse di studio da parte di alcune aziende di gestione (Teseco, Geofor) che le hanno già offerte, a totale o parziale rimborso, per gli studenti più meritevoli. Il master è destinato ad un minimo di 15 fino ad un massimo di 25 studenti e il termine per le iscrizioni è fissato al 21 novembre. Le domande di ammissione potranno essere inviate da tutti coloro che hanno una laurea di 5 anni in materie scientifiche, ingegneristiche o giuridico-economiche.

Torna all'archivio