[29/10/2008] Comunicati

Reach, corso di formazione all´Arpat

LIVORNO. L’Agenzia regionale toscana per l’ambiente, Arpat, ha organizzato assieme alle Aziende Sanitarie n. 10 e 11 di Firenze e di Empoli un corso di formazione in cui apprendere le novità normative e i futuri scenari relativi alle competenze, ai ruoli e agli strumenti per il monitoraggio ed il controllo sullo stato di attuazione del regolamento Reach.

Il nuovo regolamento europeo che riguarda la chimica, il Reach, è entrato in vigore nel giugno del 2007 e dallo stesso mese di quest’anno è entrato nella fase operativa. Questo significa che a partire da quella data e fino al 31 dicembre 2008 i fabbricanti e gli importatori di nuove sostanze chimiche, cui si applicano le disposizioni del Regolamento Reach, dovranno obbligatoriamente farne la registrazione presso l’Agenzia Europea per le sostanze chimiche (Echa), con sede ad Helsinki.

Sempre a partire dal 1° giugno 2008 e fino al 30 novembre 2008 per le sostanze soggette al regime transitorio è prevista la pre-registrazione finalizzata a consentire all’industria di adattarsi gradualmente al nuovo sistema;anche in questo caso le schede dovranno essere inviate all’Echa. La registrazione preliminare è un adempimento del tutto gratuito, ma costituisce la prima e necessaria fase di un processo volto a inserire le sostanze attualmente presenti sul mercato comunitario in questo nuovo sistema. La procedura di pre-registrazione vi permetterà di beneficiare di uno slittamento al 2018 per la registrazione definitiva delle sostanze, pur continuando a produrre e/o importare. Le sostanze che, invece, al 30 novembre 2008 non saranno state pre-registrate non potranno più essere commercializzate (quindi né prodotte né importate).

Il corso di formazione promosso da Arpat e dalle Aziende Sanitarie fiorentine, si svolgerà i prossimi 4 e 5 novembre a Firenze presso la direzione di Arpat. L´intervento formativo, che costituisce un primo intervento di base, e che si articolerà in momenti teorici e attività di esercitazione su casi concreti, ha l’obiettivo di informare e formare sui principali aspetti innovativi della normativa ed è destinato in particolare gli operatori di Arpat (appartenenti ai Dip.ti di Firenze, Prato e Pistoia, dei relativi Servizi Sub- Provinciali), impegnati nelle attività di vigilanza e controllo negli stabilimenti produttivi, nonché agli operatori dei Servizi di igiene e sanità pubblica e dei servizi di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro dei dipartimenti di prevenzione delle Aziende Usl 10,11, 3 e 4. Nel corso del prossimo anno- fanno sapere da Arpat- saranno comunque realizzati analoghi interventi di formazione per gli operatori degli altri dipartimenti e servizi di Arpat e delle altre Aziende Usl toscane.

Torna all'archivio