[14/08/2008] Parchi

Quante braccia hanno i polpi?

LIVORNO. Una piovra gigante del Pacifico chiamata Mavis sta cambiando l´unica cosa che eravamo sicuri di sapere dei polpi: che hanno 8 gambe. Gli inglesi e gli americani dovranno forse cambiare il nome che danno a questi cefalopodi: octopus. Studiando Mavis, la sua deambulazione e i suoi giochi e manipolazioni, i ricercatori del Weymouth Sea Life Centre, in Gran Bretagna, hanno scoperto che in realtà i polpi hanno sei braccia e due gambe, il che rimette in discussione molte delle nostre convinzioni su questi molluschi.

La ricerca è stata avviata per capire se i polpi usassero più un lato rispetto ad un altro, oppure se fossero "ambidestri", per questo ai cefalopodi sono stati forniti giochi da manipolare come il cubo di Rubik ed è stato osservato quali erano i tentacoli che venivano usati per giocarci. Claire Little, che ha condotto la ricerca a Weymouth, spiega che «Abbiamo riscontrato che i polpi hanno in effetti 6 braccia e due gambe. Fino ad ora si pensava che quattro tentacoli fossero utilizzati per muoversi e altri quattro per l´alimentazione e la manipolazione di oggetti, ma le osservazioni hanno dimostrato che due tentacoli posteri servono a muoversi su rocce e fondali marini. I polpi utilizzano queste due gambe anche per spingersi in avanti e, quando lo desiderano, nuotare».

La ricerca si è svolta con duemila diverse osservazioni separate che hanno coinvolto soprattutto polpi comuni, i nostri Octopus vulgaris, una ricerca che ha coinvolto anche il pubblico degli acquari "Sea Life Centre". La piovra Mavis, ha una testa grande come un piatto e tentacoli lunghi circa mezzo metro e fa parte di una della specie più grandi di polpi, ha un´intelligenza incredibilmente sviluppata per un mollusco ed usa i suoi tentacoli come sofisticati attrezzi per aprire resistenti molluschi bivalvi con facilità. La giocherellona Marvis é una piovra gigante del Pacifico e potrà raggiungere i 71 chilogrammi di peso , ma attualmente vive, e probabilmente morirà, prigioniera in un acquario da dove ormai tirarla fuori sarebbe troppo traumatico.

I polpi sono notoriamente intelligenti e, per raggiungere il cibo, sono capaci di svitare il coperchio di un barattolo, sembrano molto attratti dal cubo di Rubick che manipolano con piacere, ma fino ad oggi non è ancora nato un polpo super intelligente che possa risolvere il puzzle. Comunque, rispetto all´obiettivo iniziale dello studio, si è scoperto che la metà dei polpi studiati nei 20 centri Sea Life sembrerebbe ambidestra, e l´altra metà si divide equamente tra "destri" e "mancini".

La ricerca ha confermato che il polpo, per utilizzare meglio la sua vista frontale, per mangiare utilizza preferibilmente i due tentacoli direttamente sulla sua linea di visuale a favore quelli più direttamente nella sua linea di vista. E gli occhi sembrano essere veramente delicati e sottoposti a malattie e i risultati della ricerca potrebbero consentire di fornire in maniera più efficiente cibo e medicine ai polpi ammalati degli acquari.

Torna all'archivio