[14/08/2008] Acqua

Acqua di rubinetto: cacca nel sud Italia e petrolio nel nord

ROMA. Acqua di rubinetto con cacca al Sud Italia e petrolio nel Nord Italia. Non c´è male. E´ quanto emerge dai monitoraggi fatti dai militari Usa, secondo un articolo pubblicato sul settimanale "L´Espresso", oggi in edicola. La notizia dell´inquinamento fecale dell´acqua di rubinetto di alcuni comuni della provincia di Caserta era già nota da metà luglio scorso ma non ha suscitato grandi allarmi, d´altronde molti hanno visto il film "Gomorra" e forse sono abituati al peggio considerato che è scoppiato anche il caso "mozzarella alla diossina", sempre in Campania, regione nella quale, negli anni ´70, si verificò una epidemia di colera. Al Nord invece, nella base militare d Vicenza, nell´acqua di rubinetto c’è petrolio. Certo gli idrocarburi hanno effetti sul lungo tempo, i tumori possono arrivare tra 10 anni mentre una diarrea si scatena immediatamente. Sarebbe opportuno chiedere al ministro al Lavoro, Salute e Politiche sociali, Maurizio Sacconi, un piano sanitario nazionale di controllo e bonifica del territorio. Così, forse, ci eviteremo i consigli delle guide turistiche sull´Italia: non bevete acqua di rubinetto, non sorseggiate drink con cubetti di ghiaccio e lavatevi i denti con acqua minerale. Suggerimenti che vengono dati per chi si reca nei Paesi del quarto mondo. Un´interrogazione della sen. Donatella Poretti verrà depositata nei prossimi giorni.

*segretario Aduc

Torna all'archivio