[30/06/2008] Parchi

Allerta incendi fino al 31 agosto in provincia di Arezzo

AREZZO. Sono 126 ettari gli ettari di superficie boscata e 130 gli ettari di quella non boscata che sono andati a fuoco in provincia di Arezzo. Ovviamente il dato è relativo al 2007, e considerando le scarse precipitazioni che caratterizzarono l’annata può essere definito positivo. Merito anche dell’efficacia del Piano provinciale antincendio predisposto dall’amministrazione in collaborazione con il Coordinamento provinciale del Corpo forestale dello stato e con la fattiva collaborazione del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco e dei volontari. Domani si riparte. Fino al 31 agosto saremo nel periodo con il maggior rischio di incendi boschivi ma il piano operativo provinciale è già attivo così come è già entrata in funzione la sala operativa coordinata dalla provincia.

In questo periodo tra l’altro sono inasprite le multe previste per chi accende fuochi nelle aree boscate e in quelle limitrofe, che nei comuni considerati più a rischio possono arrivare fino a 10.000 euro. Inoltre la normativa regionale, che si basa sulla legge nazionale n. 353 del 2000, non incentiva certo l’attività dei piromani: nelle aree bruciate non si può più costruire o fare pascolo per dieci anni e trasformare il bosco in altra coltura per quindici anni, e non si può cacciare.

Particolare attenzione viene posta anche verso gli operatori del settore antincendio che, teoricamente, potrebbero trarre vantaggio da un incremento dell’attività. Ad esempio il servizio aereo di supporto all’antincendio riceve un corrispettivo che è indipendente dal numero e dall’entità degli eventi, gli interventi di prevenzione e di ripristino sono effettuati con maestranze forestali assunte con contratti a tempo indeterminato, senza ricorrere ad appalti o affidamenti a strutture esterne che potrebbero trarre beneficio dagli incendi, e anche i volontari ricevono contributi indipendentemente dall’andamento stagionale degli incendi boschivi. Come sempre viene richiesta la massima collaborazione ai cittadini: per qualsiasi segnalazione l’amministrazione provinciale comunica che la sala operativa antincendio è attiva tutti i giorni dalle 8 alle 20, con numero telefonico 0575 316300.

Torna all'archivio