[12/04/2006] Parchi

Il segretario di Matteoli commissario del Parco dell´arcipelago

PORTOFERRAIO (Livorno). Neanche il tempo di respirare, dall’ultima sentenza della Corte costituzionale, che il Parco dell’arcipelago toscano ha già un altro commissario straordinario. Il ministro Matteoli, per nominarlo, ha scelto direttamente nella sua segreteria: il nuovo commissario è Emilio Brogi, strettissimo collaboratore del ministro, già presidente provinciale di An a Livorno, prima che nel congresso del partito fosse battuto da Marcella Amadio, attuale consigliera regionale.

Che il Parco andasse incontro ad un altro commissariamento era scontato: l’ultima bocciatura della Corte con conseguente sospensione di Barbetti, infatti, imponeva la nomina di un commissario straordinario che gestisse la transizione verso il ritorno alla normalità dopo le elezioni politiche. Tutt’altro che scontata, però, era la connotazione del nominato. In molti avrebbero scommesso su un funzionario ministeriale. Matteoli, invece, ha scelto Emilio Brogi, insegnante livornese adesso nello staff del ministro.

Di Brogi all’Elba si è parlato piuttosto a lungo, visto che è stato fra i protagonisti dell’ormai celebre giornata estiva trascorsa sull’isola di Pianosa da un gruppo di turisti particolari. Insieme a lui, scesero da un elicottero Giuseppe Foresi, noto esponente elbano di An, e due imprenditori: il pisano Luciano Bertelli e il livornese Giancarlo Palomba. Un episodio che ha finito per attirare anche l’attenzione della magistratura livornese. Era il 22 agosto del 2003. Quella giornata non è mai stata dimenticata.

Torna all'archivio