[20/03/2008] Energia

Toshiba e Atomenergoprom per il nucleare nippo-russo

LIVORNO. Il monopolista pubblico russo Atomenergoprom, che gestisce il mercato dell’industria nucleare, si è accordato con la multinazionale giapponese Toshiba per progetti comuni di centrali nucleari e fornirà, insieme al gruppo nipponico, attrezzature, prodotti e servizi riguardanti il ciclo nucleare. Il presidente di Atomenergoprom, Vladimir Travine e l’amministratore delegato di Toshiba, Atsutoshi Nishida, hanno anche firmato un accordo quadro di cooperazione tra le due società nel campo dell’utilizzo pacifico dell’energia nucleare.

«Le linee complementari tra le due società potrebbero generare alla fine un partenariato strategico - si legge in un compiaciuto comunicato stampa emesso a Mosca da Atomenergoprom - questo accordo permetterà di garantire forniture affidabili e sicure di servizi per il ciclo nucleare ai consumatori del Giappone, degli Stati Uniti e di altri Paesi».

La Russia in 22 anni sembra passata da Chernobyl al supermarket dei componenti nucleari, eppure proprio i Paesi più avanzati con cui fa affari mettono spesso in dubbio l’affidabilità dei suoi impianti civili e guardano con crescente preoccupazione all’obsolescenza del suo ipertrofico armamento nucleare.

Torna all'archivio