[19/03/2008] Acqua

Bilancio idrico Arno, primi effetti sui territori

AREZZO. Primi effetti pratici sui territori dovuti all’approvazione del Piano stralcio sul bilancio idrico avvenuta qualche giorno fa ad opera dell’Autorità di bacino del fiume Arno e primi positive conseguenze per la tutela quantitativa della risorsa. In base al provvedimento la Giunta provinciale ha deliberato le nuove procedure per il rilascio delle licenze di attingimento per gli usi previsti nel periodo critico estivo. Saranno anticipati al 30 marzo i termini per la presentazione delle domande per le licenze di attingimento in modo da ottenere in tempi utili il parere dell’Autorità di bacino per il rilascio delle licenze prima della stagione irrigua.

L’amministrazione provinciale precisa che «qualora si rendesse necessario procedere a riduzioni o limitazioni richieste dall’Autorità di bacino nel caso che i quantitativi richiesti non permettano il mantenimento delle condizioni di bilancio stabilite, sarà data priorità agli usi idropotabili, di abbeveraggio del bestiame e irrigui, ai prelievi con restituzione, alla distribuzione con impianto di irrigazione ad alta efficienza (a goccia, microirrigatori a spruzzo statici o dinamici, microgetti o simili), in impianti pluriennali di produzione come quelli frutticoli e alla professionalità delle imprese con riferimento all’iscrizione alla camera di Commercio».

La provincia ribadisce l’importanza dell’indicazione della corretta portata del dispositivo di prelievo e della relativa installazione di strumenti per la misurazione della portata/consumo, nonché delle particelle e superfici effettivamente soggette ad irrigazione, in modo da definire con maggior precisione i periodi e gli orari di attingimento ed evitare possibili contenziosi. In merito l’Amministrazione fornirà un aiuto alle aziende agricole: infatti ha dato la disponibilità a cofinanziare, utilizzando i fondi finalizzati al monitoraggio quantitativo delle risorse idriche destinati alle province dal Piano regionale di azione ambientale (Praa), l’acquisto di contatori per la misurazione dei prelievi idrici nel settore irriguo intanto per l’area critica della Valdichiana. Successivamente verificherà la possibilità di estendere tali agevolazioni a tutto il territorio provinciale.

La provincia di Arezzo che ha già informato delle novità, tramite lettera, i titolari di licenze di attingimento degli anni passati, fa sapere che la modulistica per la richiesta di attingimento è disponibile presso gli uffici provinciali ed è scaricabile dal sito internet della provincia nella sezione del Servizio acque e demanio idrico..

Torna all'archivio