[27/02/2008] Acqua

Otto grandi water utility degli Usa si alleano contro il cambiamento climatico

LIVORNO. Otto dei più grandi gestori del servizio idrico degli Stati Uniti d’America hanno riunito le loro forze per studiare in quale maniera l’aumento del livello del mare, la siccità e altri effetti del cambiamento climatico possono avere effetti sulle riserve di acqua potabile.

Alla coalizione, chiamata Water Utility Climate Alliance hanno aderito la Public Utilities Commission di San Francisco, la Denver Water, il Metropolitan Water District della California del Sud, il dipartimento della protezione ambientale della città di New York, l’Ufficio per l’acqua di Portland, la Water Authority della contea di San Diego, la Public Utilities di Seattle e la Soutern Nevada Water Authority.

Insieme le otto company forniscono acqua potabile ad oltre 36 milioni di persone negli Usa.

«Le compagnie idriche devono accedere alla migliore ricerca possible sul cambiamento climatico, mentre si preparano a investire centinaia di miliardi di dollari in infrastrutture nel corso dei prossimi 15 anni». ha detto Patricia Mulroi, general manager della Southern Nevada water Authority

Susan Leal, general manager della Public Utilities Commission di San Francisco, spiega che «I nostril sistemi sono molto minacciati a causa della diminuzione delle cadute di neve, dalle tempeste più importanti, delle siccità più frequenti e dall’aumento del livello dei mari. Questo è legato al cambiamento climatico. Abbiamo bisogno di organizzarci per rispondere a questi rischi, è per questo che abbiamo creato questa alleanza».

A gennaio gli scienziati dalla Scripps, che si occupano di oceanografia, hanno detto che una crisi idrica minaccia gli Stati Uniti occidentali a causa del cambiamento climatico provocato dagli uomini che ha gia alterato il flusso dei fiumi, le precipitazioni nevose e le temperature del west Usa. .

Il primo atto ufficiale della Water Utility Climate Alliance è stato quello di incitare l’U.S. Climate Change Science Program e i ricercatori nel campo del cambiamento climatico a migliorare ed affinare i modelli climatici a livello regionale e locale per garantire che i distributori d’acqua abbiano accesso a dati climatici pertinenti. La coalizione degli 8 giganti dell’acqua Usa ha anche chiesto agli scienziati di coordinare i loro sforzi per la ricerca internazionale.

Torna all'archivio