[20/02/2008] Parchi

15 grammi per 15 mila chilometri. Una passeggiata elbana per conoscere i piccoli migratori

MARCIANA MARINA (Livorno). Proseguono all’Elba le iniziative di “Il Parco in azione – Azioni per il Parco", il 24 febbraio l’appuntamento è a Marciana Marina alle ore 10,00 nella sala consiliare del comune, dove. Fernando Spina, dell’Istituto nazionale per la fauna selvatica, terrà una breve lezione su “Piccoli e grandi migratori del Mediterraneo".

Poi tutti nel sentiero di Val di Cappone, ripristinato ed attrezzato da Legambiente e Profumi dell’Elba per scoprire dal vivo, guidati da Umberto Mazzantini, della giunta del parco nazionale dell’Arcipelago Toscano, le bellezze nascoste di una delle valli più ricche di biodiversità dell’Elba, che ospita anche la rara felce Osmunda regalis.

L’iniziativa ha il suggestivo titolo “15 grammi per 15.000 chilometri”. «Sono incredibili questi piccoli migratori – dice Fernando Spina - riescono a percorrere migliaia di chilometri in volo battente attraversando il deserto africano. Arrivano esausti e stremati in cerca di rugiada e di polline. Per loro le isole del Parco Nazionale funzionano, in mezzo al Tirreno, come grandi zattere dove cercare ristoro e dove riprendersi dalla estenuante fatica che gli prosciuga i muscoli pettorali».

L’Arcipelago Toscano è il luogo dove approdano i migratori che transitano nel Mediterraneo facendo la spola annuale tra Africa e Europa. Sono milioni i piccoli uccelli che scelgono di condurre questa vita nomade: la migrazione primaverile è esplosiva, gli uccelli compiono brevissime soste, poi riprendono il loro volo verso Nord fino ai siti di nidificazione che possono raggiungere le latitudini polari. Non tutti proseguono il loro viaggio perché alcuni esemplari si fermano tutta l’estate per nidificare. Per tutti vi è la necessità di reperire acqua, polline, insetti, bacche in base alle esigenze di viaggio o per avere successo riproduttivo. I migratori di grandi dimensioni come i rapaci e i grandi veleggiatori sorvolano a quote elevate e scivolano verso la penisola».
Si consiglia di indossare scarpe comode, abbigliamento sportivo

La partecipazione è gratuita e aperta a tutti.

Torna all'archivio