[08/01/2008] Comunicati

Ban Ki-moon: «Il 2008 sarà l´anno dei più deprivati, almeno 1 miliardo di persone»

LIVORNO. La conferenza stampa di inizio anno è stata l’occasione per il segretario generale dell’Onu per mettere l’accento sulla necessità di rilanciare gli sforzi per favorire lo sviluppo economico e sociale, soprattutto per quanto riguarda gli Obiettivi del millennio per lo sviluppo che saranno al centro di una riunione dell’assemblea generale dell’Onu che si terrà nel settembre 2008.

«Dobbiamo interrogarci sui bisogni dei più deboli, degli svantaggiati, di quelli che sono gli esclusi della comunità internazionale in generale – ha detto Ban Ki-moon a New York – Parlo qui di chi è particolarmente vulnerabile ai cambiamenti climatici. Quelli che soffrono la miseria più nera. Quelli che sono privi dei diritti umani fondamentali».

Il segretario generale ha annunciato che il 2008 sarà l’anno del «miliardo dei più deprivati», quelli che sono rimasti ai margini della crescita economica mondiale. Il summit di settembre servirà a ridare nuova energia agli impegni internazionali presi con gli Obiettivi del millennio.

Ban Ki-moon ha anche chiesto di «mantenere lo slancio» della conferenza di Bali e ha sottolineato la necessità di una campagna di informazione mondiale perché il cambiamento climatico rimanga al centro delle preoccupazioni internazionali.

«Proteggere il pianeta e i suoi popoli, nostro bene comune universale, significa fornire tutti i nostri sforzi» ha detto il segretario dell’Onu, che poi ha insistito sull’importanza del concetto di «beni comuni per l’umanità come pietra angolare di una società mondiale moderna».

Il 2008 è anche il sessantesimo anniversario della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo a Ban Ki-moon intende utilizzare la ricorrenza per chiedere la ratifica del Patto internazionale sui diritti civili e politici e di quello sui diritti economici, sociali e culturali.

Torna all'archivio