[07/12/2007] Rifiuti

Rifiuti, operazione Clean Airport: il Noe denuncia 28 persone

LIVORNO. Ventotto persone, responsabili a vario titolo delle attività di “catering” e delle attività di gestione a terra dei servizi aeroportuali, sono state denunciate dai carabinieri del Noe nell’ambito dell’operazione “Clean Airport” compiuta nei principali scali italiani ed a bordo di aeromobili.

Contestate inoltre sette sanzioni amministrative e sottoposte a sequestro tre aree di illecito stoccaggio, rispettivamente presso gli aeroporti di Genova, Milano-Linate e Reggio Calabria. Con l’operazione “Clean Airport” gli uomini del Noe hanno compiuto una serie di mirati controlli nell’ambito dei principali scali aeroportuali civili del territorio nazionale, per verificare la corretta gestione dei rifiuti, in particolare quelli alimentari, prodotti negli aeroporti ed a bordo degli aeromobili. A conclusione delle verifiche, svolte nei giorni 5 e 6 dicembre, sono state riscontrate irregolarità in 17 dei 30 siti aeroportuali controllati, con la conseguente denuncia alle competenti Autorità Giudiziarie dei responsabili delle violazioni.

A Fiumicino - spiega il Noe nella nota stampa - una azienda di catering è stata denunciata dopo aver riscontrato che le attività di gestione dei rifiuti poste in essere erano prive di autorizzazione (ma siamo sicuri che siano le società di catering a dover avere l´autorizzazione per le attività di gestione dei rifiuti? ndr). a Ciampino era stato attivato l’ impianto di aspirazione e depurazione della cabina di verniciatura utilizzata per la manutenzione di alcuni aerei senza che la prescritta autorizzazione per le emissioni in atmosfera fosse mai stata richiesta; a Milano un’azienda di catering è stata denunciata per attività non autorizzate di gestione di rifiuti costituiti da scarti alimentari prodotti dal servizio di ristorazione a bordo di aeromobili di diverse compagnie aeree; nel contesto è stata anche sequestrata un’area di 500 metri quadrati di proprietà della società che ha in gestione lo scalo di Milano Linate, sulla quale veniva svolta la attività illecita di gestione dei rifiuti.

Problemi anche a Bologna dove l’azienda responsabile del catering del locale aeroporto è stata denunciata per smaltimento e deposito incontrollato di rifiuti speciali e per aver miscelato rifiuti pericolosi e non pericolosi, con il conseguente sequestro di uno “scarrabile” di 20 metri cubi contenente rifiuti speciali pericolosi. A Trapani, invece, l’azienda che gestisce l’area aeroportuale è stata denunciata per aver realizzato, senza autorizzazione, un deposito incontrollato di rifiuti speciali dove aveva stoccato i liquami provenienti dallo svuotamento dei servizi igienici degli aeromobili.

A Forlì la locale società di gestione delle attività di terra dello scalo aeroportuale è stata denunciata per deposito incontrollato di rifiuti alimentari e oli esausti. A Reggio Calabria è stata denunciata l’azienda che gestisce l’aeroporto per deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non. Nel contesto è stata sequestrata anche un’area di 300 metri quadri dove sono stati rinvenuti cumuli di rifiuti speciali pericolosi e non completamente abbandonati. Infine a Caselle Torinese è stata denunciata la società di catering che fornisce il vitto per gli aeromobili civili in quanto effettuava la gestione illecita di rifiuti provenienti dall’attività di ristorazione a bordo degli aeromobili.

Torna all'archivio