[05/12/2007] Aria

La domenica ecologica fa bene all´aria di Prato

PRATO. Stanno arrivando le elaborazioni dei dati di qualità dell’aria registrati durante la domenica ecologica del 25 novembre. A Prato l’obiettivo, almeno per le polveri, è stato raggiunto: i valori registrati dalle centraline pratesi hanno classificato l´aria come ´accettabile´ in via Ferrucci, via Strozzi e via Roma (rispettivamente 40, 48 e 47 microgrammi al metro cubo), mentre in via Soffici è stata giudicata ´buona´ (24 microgrammi al metro cubo).

Con la stessa situazione meteo invece il sabato precedente, 24 novembre, l´aria rilevata era ´scadente´ nelle stazioni di via Ferrucci e via Roma e ´pessima´ in via Strozzi con 78 microgrammi al metro cubo rilevato, molto oltre la soglia dei 50 microgrammi. Il confronto omogeneo è stato eseguito la domenica seguente, il 2 dicembre, sempre a parità di condizioni meteorologiche: in via Roma e via Strozzi i valori del Pm10 sono lievitati fino a 80 e 90 microgrammi.

«Nonostante il superamento del limite dei 35 giorni in via Roma e via Strozzi - afferma l´assessore all´ambiente Camilla Curcio, - i valori sono inferiori all´anno scorso e ci sono stati meno sforamenti, con una situazione più sostenibile. L´effetto positivo è determinato dalle condizioni meteo favorevoli, ma anche dal rinnovo del parco macchine, che da tempo stiamo incentivando con contributi economici, e dai provvedimenti di limitazione più restrittivi per i mezzi più inquinanti».

In effetti rispetto al 2006 si può comunque dire che la qualità dell´aria è migliorata: finora nell´arco del 2007 i superamenti sono stati 47, con le stazioni di rilevamento di via Roma e via Strozzi che sono andate oltre i 35 giorni di sforamento, mentre l´anno scorso, in questo stesso periodo, gli sfroramenti rilevati erano stati 62. L’assessore poi si sofferma sul punto critico di via Soffici dove è stato registrato un netto miglioramento dei valori dovuto principalmente al sottopasso di via Paronese, che ha reso il traffico più fluido e ha eliminato le file alla rotatoria con via Roma.

«Negli anni precedenti la centralina di via Soffici era invece la prima a superare i 35 giorni annui di dati negativi delle polveri - prosegue Curcio - Stanno dando insomma i primi risultati positivi gli interventi messi in campo dall´Amministrazione comunale per l´incremento del trasporto pubblico, per la viabilità e per l´intensificazione delle misure di monitoraggio dell´aria, con l´aggiunta delle indagini ´naturali´ basate sui licheni degli alberi, da cui si può valutare il grado di ossigenazione nelle diverse zone del territorio».

Torna all'archivio