[17/03/2006] Parchi

Strade nuove per lo sviluppo del turismo

RIO MARINA (Livorno). "Amare l’Elba e il sistema dei parchi. Per un nuovo modello di sviluppo turistico" è il titolo dato dai DS della Val di Cornia Elba e Grosseto hanno voluto dare all’incontro di domani a Rio Marina con Claudio Martini ed esponenti nazionali della quercia.

Chiediamo a Mario Giannullo, segretario dei Ds dell’isola il perché di questa iniziativa.
«Da tempo stiamo ragionando dello sviluppo all’Elba e della nostra principale industria: il turismo – dice Giannullo – che è in affanno. Bisogna trovare strade nuove, con un turismo che valorizzi le ricchezze elbane, la storia, la cultura, il grande patrimonio ambientale e li coniughi con il turismo balneare. Solo con questo cambiamento potremo essere competitivi, dando valore alle nostre peculiarità ed alle qualità del nostro territorio, solo così potremo reggere la concorrenza di vecchie e nuove mete turistiche che sono molto aggressivamente sul mercato».

Però l’iniziativa riguarda anche il Parco Nazionale ed i parchi, quale è il senso politico, visto anche lo scontro sul presidente del parco nazionale che ha visto protagonisti la regione e il ministro Matteoli?
«Il senso è quello di ridare dignità al Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, un parco ingessato e umiliato da un commissariamento che lo ha portato ad uno stato di abbandono. In questa necessità si inseriscono le politiche da mettere in piedi dopo le elezioni per valorizzare risorse, strutture, territorio e ricchezze ambientali del parco nazionale».

Perché fate l’iniziativa proprio a Rio Marina?
«Perché a Rio Marina c’è una partita elettorale importante anche per il comune, ma anche perché abbiamo un territorio ancora integro e la grande opportunità delle aree minerarie . E infine perché qui si è evitata la cessione delle miniere elbane al Coni che voleva il governo Berlusconi. Vogliamo potenziare il Parco Minerario per far decollare economicamente il territorio. E’ questo il senso della presenza di importanti esponenti del partito a livello nazionale e regionale, è il segnale di una forte attenzione dei Ds per i parchi e per l’economia turistica elbana».

All’incontro, oltre al presidente della regione Toscana parteciperanno esponenti di rilievo dei Ds nazionali e regionali.

(nella foto un particolare del parco minerario)

Torna all'archivio