[15/11/2007] Comunicati

Vigni: «Costruiamo la casa comune dell’ambientalismo del Sì»

ROMA. Costruiamo una nuova, grande casa comune dell’ambientalismo del Sì. Vogliamo che il Partito Democratico sia un grande e moderno partito ambientalista, che mette le sfide del clima, dell’energia, della modernizzazione ecologica dell’economia al centro della propria politica. L’ ambientalismo del Sì di cui parla Veltroni è quello stesso che Sinistra Ecologista, tenacemente, ha cercato durante tutti questi anni di innestare nella cultura e nella politica della sinistra italiana. L’ambiente come nuova frontiera per il futuro, come opportunità di innovazione e di cambiamento.

Per questo abbiamo bisogno non di una ‘corrente ambientalista’, quanto di una iniziativa politica e culturale che sappia elaborare progetti, costruire reti, promuovere esperienze per aiutare il Pd ad affrontare le sfide ambientali del nostro tempo. Penso in primo luogo ad una forma associativa che consenta a tutti coloro che vogliono impegnarsi sui temi dell’ambiente di poterlo fare. Una associazione radicata sul territorio, articolata in circoli e forum, che coinvolga competenze scientifiche, mondo del lavoro e dell’impresa, amministratori locali, cittadini. Una associazione aperta, alla quale si possa aderire anche se non si è iscritti al Pd.

Ritengo dunque che Sinistra Ecologista debba promuovere, insieme a tutte le altre esperienze ambientaliste che sono confluite nel Partito Democratico, la costruzione di una nuova e più ampia associazione. La casa comune dell’ambientalismo del Sì. Sinistra Ecologista può essere protagonista nella costruzione di questo progetto, mettendo a disposizione le proprie risorse, la propria esperienza, il proprio radicamento territoriale.

*portavoce nazionale di Sinistra Ecologista

Torna all'archivio