[14/11/2007] Urbanistica

Costruire in modo sostenibile, a Firenze il master universitario

LIVORNO. L’attuale quadro normativo ed il crescente interesse di pubbliche amministrazioni e privati per la bioedilizia, producono una crescente necessità di nuove figure professionali con specifiche competenze energetiche ed ambientali legate alle tecniche del costruire in modo sostenibile. L´Università di Firenze organizza ormai da 5 anni il master Abita (Architettura bioecologica e l’innovazione tecnologica per l ’ambiente) di II livello, articolato in 1 modulo base + 6 moduli specialistici (anche con iscrizione indipendente) con l´obiettivo di formare professionisti esperti nel controllo del progetto bioclimatico, nella riduzione dei consumi energetici e nella gestione sostenibile del territorio, in grado di conoscere procedure e strumenti per determinare modalità di intervento e validità economica sia per la nuova edilizia che in interventi di recupero e riqualificazione.

L´edilizia civile, come ha ricordato solo pochi giorni fa il Wwf, ma come è ormai riconosciuto da tutti, «divora in Italia ogni anno circa il 30 per cento dei consumi energetici totali e per il 70 per cento, si tratta di riscaldamento». Se dunque si procedesse alla sostituzione ad esempio dei vecchi impianti di riscaldamento con sistemi più efficienti, si potrebbe risparmiare fino al 40-50 per cento. Ma molto si può fare proprio nella fase di progettazione o di ristrutturazioni, con l’uso di materiali isolanti, finestre con doppi vetri e molto altro.

I corsi di Abita si rivolgono a liberi professionisti, architetti ed ingegneri, che vogliono acquisire specifiche competenze per una progettazione consapevole. E a tecnici e funzionari di pubbliche amministrazioni ed enti locali (comunali, provinciali e regionali) che si occupano di programmi complessi e controllo dello sviluppo sostenibile del territorio. Il master ed i singoli moduli mirano a fornire ai partecipanti strumenti di lavoro innovativi, frutto anche delle recenti ricerche nazionali ed internazionali a cui partecipa il Centro Abita.

Per il conseguimento del titolo di master, alla fine del corso, è previsto uno stage di 480 ore da svolgere, entro aprile 2009, presso aziende, amministrazioni o studi professionali qualificati. E’ prevista, inoltre, la possibilità di svolgere uno o più moduli specialistici e/o la tesi presso le Università straniere consorziate, che presentano una profonda esperienza nelle tematiche energetico-ambientali trattate nel Master e svolgono attività di ricerca scientifica e tecnologica a livello europeo con risultati di successo.

Le iscrizioni al corso di perfezionamento post laurea sono già aperte. Il 29 novembre ci sarà la giornata inaugurale. Quest´anno, parallelamente al master, si svolgeranno anche due corsi di perfezionamento: "Progettazione integrata dei sistemi fotovoltaici e solare termico"e “Certificazione e simulazione energetica degli edifici".Le tematiche fanno riferimento alla oggettiva urgenza di risolvere il problema energetico-ambientale nel settore civile, nella prospettiva di definire nuove professionalità con una formazione più specialistica e orientata degli attori del processo edilizio. L´esigenza di una maggiore sostenibilità ambientale e di una corretta gestione energetica degli edifici, necessita infatti di una elevata qualità del processo di pianificazione e gestione del territorio e di realizzazione delle opere in base a criteri di eco-compatibilità ambientale.

Torna all'archivio