[16/03/2006] Consumo

An divisa sugli Ogm, la Santanchè fa guerra ad Alemanno

CREMONA. «La posizione di Alemanno sugli Ogm non è condivisa in An. Non dobbiamo fare una politica miope o di retroguardia, gli Ogm sono una grande opportunità, anche per il problema della fame nel mondo». E poi: «Gli Ogm? Io mangio solo quelli». La campagna elettorale di Daniela Santanché (in una foto che l’ha resa famosa…) è cominciata, con una battuta destinata a far discutere ed una stilettata al ministro della politiche agricole che ha un feeling con agricoltori ed ambientalisti. Il tutto nel bel mezzo dell’incontro tra il mondo economico e la signora dei salotti milanesi, fedelissima di Gianfranco Fini, che l’ha messa al secondo posto in lista nella circoscrizione Lombardia 3 e quindi certa di elezione.

«Qualche sfumatura, per quanto ci riguarda, c’è – ha affermato Mario Maestroni presidente di una delle associazioni imprenditoriali cremonesi – An supporta una certa tesi sugli Ogm, ai quali noi non siamo contrari». E la parlamentare di An ha risposto: «La penso come lei. Mangio solo Ogm». Poi ha spiegato la presa di distanza dal ministro, fra i leader della Destra sociale: «Alemanno ha ridato dignità a un ministero che era caduto in disgrazia. La sua posizione sugli Ogm non è la mia e nemmeno di tanti altri in An. Non dobbiamo fare una politica miope o di retroguardia, come ai tempi della rinuncia del nucleare, uno scotto che adesso paghiamo. Gli Ogm rappresentano una grande opportunità, anche per il problema della fame nel mondo, e sono una strada che va perseguita». Finito l’incontro, la Santanchè è tornata sugli Ogm: «Se è vero che mangio solo quelli? Era una battuta. Se no cosa scrivete domani?».

Torna all'archivio