[13/05/2011] News toscana

Torna a Firenze Terra futura, la kermesse della sostenibilitÓ ambientale, sociale ed economica

Dal prossimo venerdì 20 maggio fino a domenica 22, torna a Firenze alla Fortezza da Basso, "Terra futura" (alla sua ottava edizione), la kermesse della sostenibilità che è ormai un appuntamento di livello internazionale. «Una manifestazione in crescita in termini di visibilità e di consapevolezza che vede la Toscana coinvolta nell'alimentare la riflessione su temi importanti come l'edilizia sostenibile, il riciclaggio delle plastiche miste, l'alimentazione scolastica, l'economia solidale - ha dichiarato Stella Targetti, vicepresidente della Regione Toscana- Ma il filone dominante e trasversale è quest'anno la cura dei beni comuni, un tema quanto mai attuale per salvaguardare non solo le risorse naturale e ambientali, ma anche risorse sociali, come la salute, la sicurezza, la democrazia, tutti aspetti che ci consentono una vita di qualità. Il vero protagonista delle tre giornate fiorentine è il cittadino, perché è il cittadino il garante dei beni comuni».

Tra i vari appuntamenti proposti dalla Regione Toscana, partner di Terra Futura, da segnalare quello di venerdì 20 maggio (ore 11.30) in cui l'assessore all'ambiente Anna Rita Bramerini presenterà i Ri-prodotti, cioè prodotti finali ottenuti (previa ricerca dedicata) dal riciclaggio delle plastiche miste (Plasmix), selezionate dopo essere state raccolte in modo differenziato dai cittadini. All'iniziativa interverranno anche Giuseppe Pozzana, Lucio Masut, Valerio Caramassi e Giuseppe Rossi.

Per quanto riguarda invece il territorio un appuntamento importante è atteso per domenica 22 maggio (ore 11.00) quando Vandana Shiva interverrà con l'assessore Anna Marson al convegno organizzato dall'assessorato regionale al governo del territorio su "Quali azioni per il Parco Agricolo della Piana fiorentina", un confronto di idee per definire le iniziative da intraprendere per far "nascere" il Parco della Piana. Tra gli altri relatori Stefano Arrighini, Alessio Beltrame, Marco Giamannossi, Pietro Roselli, Maria Grazia Mammuccini, Marco Failoni, Tullio Marcelli, David Fanfani, Raffaella Grana, Giannozzo Pucci. Per quanto riguarda l'agricoltura un seminario peculiare è previsto per sabato 21 maggio (ore 14.30), quando si parlerà di Biochar, ovvero il carbone vegetale, come strumento di mitigazione dei cambiamenti climatici per il settore agricolo. Da un'antica pratica si aprono nuovi sviluppi per il futuro utilizzando il carbone vegetale come strategia per il sequestro della CO2 atmosferica, la produzione di energia e come ammendante in agricoltura. Tra i relatori Franco Miglietta, Silvia Baronti, Vittorino Crivello, Alessandro Peressotti, Alessandro Pozzi.

Torna all'archivio